filo di amina

Il progetto, alla terza edizione, si è posto l’obiettivo principale di valorizzare sia le tradizioni regionali che le iniziative interculturali, per una promozione delle differenze culturali come valori indispensabile nella società.

È stato fatto un viaggio verso il confronto tra culture diverse e verso il recupero delle proprie radici, attraverso una rassegna culturale, con un linguaggio artistico e creativo, e con particolare attenzione ai giovanissimi.

Le attività che sono state realizzate:

  • Laboratori dedicati all’intercultura presso il centro estivo Kope Camp alla Palestra del Liceo Copernico (dal titolo “le Terre di Amina”), i centri estivi alla piscina di Monghidoro, alla piscina dei gessi a Zola Predosa, il Baraccano kids e la ludoteca Vicolo Balocchi con le letture animate della favola autoprodotta “Le olimpiadi di Super Amina”; creazione della mascotte Super Amina, la paladina dell’intercultura, che ha caratterizzato tutte le attività di progetto;
  • Spettacolo di danze etniche con l’associazione Jaya presso la Casa delle Associazioni al Baraccano. In quest’occasione si è tenuta anche la presentazione di progetti solidali con l’associazione Namaste’ onore a te;
  • Recupero delle tradizioni popolari con l’associazione Eden asd in uno spettacolo di pizzica e tarantelle alla piscina di Monghidoro;
  • Spettacolo di tessuti aerei legato alla musica e alla danza presso l’Eden Park a San Lazzaro di Savena;
  • Lo spettacolo teatrale “Il Baule di Amina” presso l’auditorium di Budrio con il coinvolgimento di 3 classi della scuola primaria e l’associazione Donne di Sabbia.