• Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

AICS Bologna

Wednesday
Dec 11th
H O M E
«B» come «battuti» PDF Stampa E-mail
lunedì 27 maggio 2013
urne_60.jpgIeri mattina, sulla strada del ritorno dal seggio elettorale, mia moglie ed io abbiamo notato una chiesetta che...

 

 

 

«B» come «battuti»

Ieri mattina, sulla strada del ritorno dal seggio elettorale, mia moglie ed io abbiamo notato una chiesetta che non ci pareva di conoscere. Ci siamo entrati. Poco dopo, una chiesa parrocchiale. Siamo entrati anche lì e non abbiamo potuto fare a meno di notare l’apparato propagandistico: «B come Bologna, B come bambini», sito web, ecc. Per combinazione, siamo passati davanti a Palazzo Davia Bargellini (angolo Strada Maggiore/Piazza Aldrovandi), che ieri era aperto al pubblico con visita guidata gratuita. Siamo entrati. È proprietà privata dell’omonima Opera Pia. In un passato recente vi risiedeva una scuola delle suore. Oggi, al piano superiore, si trova la sede di Nomisma (Romano Prodi & Co). Incidentalmente penso che le sedi più prestigiose e rappresentative della sinistra bolognese hanno dovuto, negli anni, abbandonare i palazzi del centro storico e con essi ogni funzione simbolica, mentre le sedi ecclesiastiche e del relativo campo d’interesse non subiscono spostamenti dal tempo di Napoleone. Penso anche che i promotori del referendum e noi sostenitori della «A» potremmo andare a sbattere la testa contro la durezza di queste pietre, alla cui ombra Merola e gli attuali amministratori hanno deciso di trovare rifugio, protezione e legittimazione politica.
Ieri ho passato una giornata triste, a causa di altri pensieri che mi giravano per la mente, ai quali si aggiungeva il timore per una non improbabile sconfitta politica. Ritenevo che il combinato disposto di chiesa, Confindustria, centrosinistra cattolico e centrosinistra marrano, unitamente alla posizione di chi come noi combatteva in salita, avrebbe potuto darci un grande dolore dopo la mezzanotte.
Non è andata esattamente così. C’è un’altra cosa che mi è capitata ieri mattina. Aggirandovi a visitar palazzi, ho incontrato un conoscente che sapevo molto impegnato nel Partito Democratico. Perfidamente mi attendevo una filippica a favore della «B»; invece lui mi ha detto di non voler votare, perché la questione gli pareva mal posta e strumentale. Troppo tardi per approfondire... C’era stato qualcuno che clandestinamente si era mosso a favore di un astensionismo attivo? Non posso saperlo ma ne dubito. E quale ne sarebbe la motivazione? Una ulteriore pugnalata a Romano Prodi in stile 111? Lascio la suggestione in mano agli amanti di fantapolitica e dietrologia, e vengo alla nuda realtà dei fatti.
Alla chiusura dello scrutinio, visti i dati, più che da gioire mi viene da ridere. Vediamo.
Gli aventi diritto erano 290 mila. In referendum di questo tipo bisognerebbe sottrarre:
a) una quota fisiologica di astensioni;
b) una quota supplementare di astensioni legata all’attuale alto tasso di sfiducia dei cittadini verso istituzioni e partiti;
c) una quota di astensioni attive;
d) una quota di non coinvolti o indifferenti al problema.
C’è da dire che non è la prima volta che a Bologna si tiene un referendum consultivo a livello comunale. Nelle consultazioni precedenti i bolognesi non hanno certo brillato in fatto di partecipazione. Tenendo conto di ciò, un anonimo dirigente del PD, interpellato dal Resto del Carlino, faceva il seguente ragionamento: se voteranno fino a 70mila elettori, un’eventuale vittoria della A sarebbe abbastanza stretta. Viceversa, se si superassero i 100mila elettori l’eventuale successo della «A» assumerebbe proporzioni difficili da ignorare.
http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/politica/2013/05/26/894342-referendum-scuola-affluenza-determinante.shtml
Come al solito, il PD brilla per chiarezza e univocità. E così qualcuno si è attivato per portare voti a sostegno di Merola, mentre qualcun altro lavorava per tener basso il numero dei votanti. Sta di fatto che a votare ci sono andati in quasi 86 mila: più di 70 e meno di 100 mila. Chissà come l’anonimo leggerà questo dato!
Ed ecco come lo leggo io.
Indubbiamente meno di 86 mila votanti sono pochini. Tuttavia, se sono pochi i circa 51,500 dell’opzione «A», sono ancor meno i circa 34,300 della «B». Ma se la geometrica potenza di chiesa, industriali, amministrazione comunale e da ultimo anche il ministro Carrozza non hanno saputo o potuto mettere assieme una ventina scarsa di migliaia di persone da “accompagnare” al voto, in modo da superare il pur sparuto drappello laico, che potenza è? Una potenza di cartone? Ecco perché mi viene da ridere più che da gioire. Se la «B» avesse ottenuto 52 mila o più voti, superando così la soglia dei 100 mila, l’anonimo dirigente PD avrebbe potuto sbandierare una vera vittoria. Bastava – si fa per dire – che ci si fosse comportati come quando alle primarie si fece vincere il discusso Delbono contro l’amato Cevenini: portare gente ai seggi. Oggi invece ci si presenta un PD non solo senz’anima, ma anche senza fisico.
E io immagino, in un incontro fra poteri forti (chiesa, massoneria, mondo economico) che uno della Coop parli per caldeggiare una sommessa richiesta di Merola. Al che il rappresentante della curia, per una sorta di piccola nemesi storica,  spavaldamente chiede: «Ma quante divisioni ha merola?»

 

 

 

 

 
Pros. >
 vodafone_125.jpg camera-a-sud_logo_125.jpg
logo-eht_117.jpg
 decathlon_125.jpg  natura_si_125.jpg  confcommercio_bologna_125.jpg
 torre_verde_121.jpg  bellini_125.jpg  logo_tecnoclima_125.jpg
Advertisement

I NOSTRI CORSI 2012 - 13

aics_cambia_musica7.jpg

locomotiv_180.jpg

tessera_link2_180.jpg

freakout_180.jpg

logo_distilleria_180.jpg

bunker_180.jpg

logic_180.jpg

background_180.jpg

ama_180.jpg

Menu

H O M E
ATTIVITA' CIRCOLI
NOTIZIE
IL RAMO (Ambiente)
CENTRI ESTIVI 2012
I NOSTRI CORSI
"SENZA NOME" news
Cerca
bluvillage_up.jpg
unar3_up.jpg
 informatur_up.jpg  cid_78.jpg

Chi e' online

PISCINE BOLOGNA

 bottone_piscine.jpg

Boxe Bologna

boxe_bologna_150.jpg

PROGETTO LudoVarth

bottone_ludovarth_web.png

Isola che c'è

isola_che_ce_150.gif

AicsAnimals

aics_animals_logo2_180.jpg

Turismo Sociale

turismo_sociale2_180.jpg

AICS Soggiorni

aics_soggiorni_150.jpg  

SIAMO ANCHE SU

 facebook_60.jpg  twitter_60.jpg

50 anni

50_anni.jpg

Interviste e Protagonisti

pubblicizziamoci_180.jpg

Libri del mese

libri.gif

Situazione meteo