• Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

AICS Bologna

Wednesday
Dec 11th
H O M E
L'ultimo Marziano - La Fiera della Vanita PDF Stampa E-mail
mercoledý 06 marzo 2013

 

 

IL MARZIANO

Il Resto del Carlino, 5 marzo 2013


L'ULTIMO MARZIANO - LA FIERA DELLA VANITA'

In fondo, anche “La fiera della vanità” (Vanity Fair) uscì prima in edicola e poi in libreria. Il romanzo di William Thackeray, fu pubblicato a puntate tra il 1847 e il 1848. Questo é l’ultimo “Marziano” e, se non so perché smetto, so perché ho scritto. Per vanità! La rubrica, nata inutile e diventata futile (o viceversa), ha appagato il mio narcisismo. Il gusto di vedere la firma sul giornale della città. La libidine dello “strillo” in prima pagina. L’euforia per lo strillo stampato sulla grande foto. L’entusiasmo per aver azzeccato il titolo del pezzo. La commozione nel rileggere “I ricciolini del Cev”, a Ferragosto. Il piacere molesto di sfottere deputati, banchieri, cardinali e prefetti su un quotidiano moderato, nato nel 1800. Quando i compagni duri e puri dicevano: “bel pezzo, peccato che sia sul Carlino…”, io spiegavo che è un giornale libero, che non censura. Un vecchio nocchiero raccontava che nella marineria genovese c’erano due tipi di contratto: paga più alta (in silenzio) e paga bassa col diritto al lamento (il mugugno). Io, che non ho mai chiesto un soldo, sul Carlino ho mugugnato liberamente e ho fatto sorridere la gente, nelle case modeste, nei bar affollati e nei palazzi tristi della politica. Alzando, ogni settimana, l’asticella dell’irriverenza, che ora é caduta. Voi non potete capire cos’é il piacere sadico di inviare un articolo “pericoloso” che, alle sette di sera del martedì, é ancora da sistemare. Un vezzo da grande giornalista o da perfetto cretino (come me). Il mio rapporto con la redazione è stato essenzialmente  telefonico. Risate e pettegolezzi, senza vederci mai. Da Max, il mio mèntore, ho imparato a scrivere sinteticamente e ferocemente. Martina, Gigi, il Bomber, Valerio, Luca e Matteo mi hanno “badato” con affetto. Forse era proprio ora di smettere ma non potevo lasciarvi senza 2000 battute strappalacrime, da terroncello. Ai lettori e alla redazione, che mi ha adottato a distanza, dico: “Vi voglio un sacco di bene”.

Serafino D’Onofrio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Pros. >
 vodafone_125.jpg camera-a-sud_logo_125.jpg
logo-eht_117.jpg
 decathlon_125.jpg  natura_si_125.jpg  confcommercio_bologna_125.jpg
 torre_verde_121.jpg  bellini_125.jpg  logo_tecnoclima_125.jpg
Advertisement

aics_cambia_musica7.jpg

locomotiv_180.jpg

tessera_link2_180.jpg

freakout_180.jpg

logo_distilleria_180.jpg

bunker_180.jpg

logic_180.jpg

background_180.jpg

ama_180.jpg

Menu

H O M E
ATTIVITA' CIRCOLI
NOTIZIE
IL RAMO (Ambiente)
CENTRI ESTIVI 2012
I NOSTRI CORSI
"SENZA NOME" news
Cerca
bluvillage_up.jpg
unar3_up.jpg
 informatur_up.jpg  cid_78.jpg

PISCINE BOLOGNA

 bottone_piscine.jpg

Boxe Bologna

boxe_bologna_150.jpg

PROGETTO LudoVarth

bottone_ludovarth_web.png

Isola che c'Ŕ

isola_che_ce_150.gif

AicsAnimals

aics_animals_logo2_180.jpg

Turismo Sociale

turismo_sociale2_180.jpg

AICS Soggiorni

aics_soggiorni_150.jpg  

SIAMO ANCHE SU

 facebook_60.jpg  twitter_60.jpg

50 anni

50_anni.jpg

Interviste e Protagonisti

pubblicizziamoci_180.jpg