aicsbologna

Seguici su Facebook Follow me Seguici su Instagram

Le Grotte della memoria - itinerario rievocativo all'interno delle Grotte del Farnet

SHARE ON FACEBOOK

Locandina-A3--Grotte 70Fraternal Compagnia - Abbiamo il piacere di invitarvi ai primi appuntamenti di OLTRE le MURA c'è MEMORIA e TEATRO dell'ARTE #bolognaestate - Anteprima il 16 giugno - Repliche 30 giugno, 14-28 luglio, 1-15 settembre

 

 

 

BANNER-FB-GROTTE-550

Fraternal Compagnia
Le Grotte della memoria - itinerario rievocativo all'interno delle Grotte del Farnet

Abbiamo il piacere di invitarvi ai primi appuntamenti di OLTRE le MURA c'è MEMORIA e TEATRO dell'ARTE #bolognaestate

Anteprima il 16 giugno
Repliche 30 giugno
14-28 luglio
1-15 settembre

Visite consentite a piccoli gruppi di 20 persone - prenotazione obbligatoria
al 349/2970142

a cura di Fraternal Compagnia

PRESENTAZIONE GROTTE
In centinaia hanno convissuto per mesi nelle grotte dell’area del Parco dei Gessi sfuggendo ai bombardamenti. In questa ricostruzione all’interno della Grotta più ampia e nota dell’area, il pubblico rivestirà i panni di chi visse quell’esperienza: tra paglia e fango, fughe di partigiani e visite dei soldati tedeschi, litigi e sotterranei amori, si avvicendano storie e parole di chi scelse di rifugiarsi finché la guerra non fosse passata. L’evento Le grotte della memoria organizzato in collaborazione con l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Orientale e il Gruppo Speleologico Bolognese (GSB-USB), prevede visite organizzate a sabati alternati a partire dal 16 giugno e al termine di ogni animato percorso uno speleologo illustrerà le caratteristiche geologiche della grotta.

Una ricostruzione
ricostruzione teatrale con visita guidata presso le grotte del Farneto abitate durante i bombardamenti del ‘44. Piccoli gruppi (massimo venti persone) saranno coinvolti in quella che fu l’esperienza di centinaia di persone tra l’agosto e il dicembre di quell’anno, in attesa dell’arrivo degli alleati. La vita all’interno delle grotte, spesso visitate dai tedeschi in cerca di uomini da deportare, era animata anche dalle fughe dei partigiani, e all’interno le famiglie cercavano di renderla quanto più confortevole possibile con giacigli di paglia, il necessario per cucinare e ingegnose trovate, come capovolgere una bicicletta e sfruttarne la dinamo per avere luce (informazioni tratte dal video Finché la guerra non sarà passata a cura di Squeezezoom Bottega).

Locandina-A3--Grotte 425

cartolina-A5-Retro webbuono

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

musica crop sport crop cultura crop
ambiente crop corsi crop sociale crop
centri estivi vivere crop vuoto crop 01


emilbanca 015 2 420

camera sud new

 

 

 

naturasi 15 180

ok publicita4 180